Eurosport Supercoppa 2020: UNAHOTELS Reggio Emilia – Virtus Segafredo Bologna: 72 – 74

Bologna, 13 settembre –

 

UNAHOTELS Reggio Emilia – Virtus Segafredo Bologna: 72 – 74
(Q1 18 – 17 ; Q2 27 – 39; Q3 52 – 58;)

UNAHOTELS Reggio Emilia: Candi 17, Baldi Rossi 9, Taylor 13, Giannini ne, Elegar 9, Cham, Besozzi ne, Johnson 5, Bonacini, Diouf 3, Blums 1, Kyzlink 15.
Coach: Martino

Virtus Segafredo Bologna: Deri ne, Abass 8, Pajola 9, Alibegovic 6, Markovic 9, Ricci 7, Adams, Hunter 11, Weems 15, Nikolic ne, Teodosic 5, Gamble 4.
Coach: Djorjdevic

Arbitri: Begnis, Bartoli, Pepponi.

 

La partita.

Assente Tessitori fermato da una tonsillite, Coach Djordjevic si presenta a questa importante sfida di Supercoppa con Markovic in regia, Teodosic, Weems, Ricci e Gamble. Partita molto equilibrata fin dalle prime battute, con la Segafredo che trova i primi  canestri con Gamble e Weems, mentre Reggio Emilia prova a costruire e a liberare i propri uomini al tiro senza però troppo successo. Dopo 4′ dalla palla a due, la Virtus si porta avanti sul punteggio di 1 a 5.  Elegar segna, Gamble stoppa l’azione successiva e Markovic appoggia ala ferro il pallone del +4 per . Primi cambi dalla panchina bianconera: entrano Adams ed Alibegovic. Tripla di Weems, a cui risponde il tiro da tre punti di Baldi Rossi. Weems risponde a sua volta con due punti: 7 a 12 Virtus. Altro cambio per gli ospiti, entra Pajola. Alibegovic segna altri tre punti, ma i canestri di Kyzlink e i liberi di Taylor, mantengono i padroni di casa a -4 dalla Segafredo, quando mancano 1’33” alla fine del primo quarto. Elegar fa 2/2 ai liberi, Kizlink segna e Reggio si porta per la prima volta avanti con il punteggio, 16 a 15.  La squadra di Coach Martino prova a crearsi il primo vantaggio, ma Abass, fermato irregolarmente si presenta in lunetta e segna. Reggio sempre avanti di + 1. Sirena e primo quarto che va in archivio sul punteggio di 18 a 17 UNAHOTELS. Inizia il secondo quarto, Reggio trova subito la via del canestro ma Alibegovic risponde con la tripla del pareggio, 20 – 20. Partita viva e vibrante, con continui testa a testa tra le due squadre. Le difese sono concentrate e chiudono ogni spazio agli attacchi avversari. Ricci dalla lunetta fa 2/2, di nuovo -1 Reggio; sempre Giampaolo, liberato al tiro dall’azione ben manovrata della Segafredo, trova i tre punti e il contro sorpasso, 23 a 25 Virtus a metà secondo quarto. Time out chiamato da Coach Martino. La Virtus ora non sbaglia più un colpo, Pajola e due volte Hunter mantengono aperto il break di 9 a 0 per gli ospiti, che porta così la Segafredo a +8, sul punteggio di 23 a 31. Altro time out chiamato dalla panchina biancorossa. 1/2 ai liberi per Reggio, ma il passaggio in backdoor di Teodosic per Pajola manda in visibilio il pubblico ospite, +9 Virtus. Abass sotto le plance trova il tempo giusto e appoggia al ferro, Teodosic fa 2/2 ai liberi, mentre Reggio prova a non farsi distaccare troppo dai propri avversari con il punteggio. Ultimo giro di orologio, Virtus sul + 10 con Hunter salta più in alto di tutti e prende il rimbalzo in area bianconera. C’è tempo per i liberi di Abass, che portano la Virtus all’intervallo lungo sul punteggio di 27 a 39.

Inizia il terzo quarto, tripla di Teodosic e due punti per Ricci, ma Reggio non si dà per vinto ed infila in sequenza due triple dall’arco. Weems risponde a Kyzlink, Hunter segna e reclama su una irregolarità, ma l’arbitro non è dello stesso parere, anzi manda in lunetta i biancorossi che segnano il libero a disposizione. Candi porta sul -10 i suoi compagni. Weems raggiunge la doppia cifra, dalla lunetta fa 3/3, e porta sul +13 la Segafredo. Markovic entra di forza nel pitturato e segna, assist di Hunter per Alibegovic che trova il canestro e concretizza il gioco da tre punti, sempre Hunter corregge il tentativo di Alibegovic, mentre Candi trova la bomba dall’angolo. Il direttore di gara fischia l’antisportivo a Markovic e i 1.000 presenti si scaldano; Reggio vuole rientrare in partita, 46 a 58 Virtus quando mancano 2’23” alla fine di questo terzo quarto. Candi ai liberi fa 2/2 accorcia a -10 il distacco biancorosso. Taylor segna, Candi trova i tre punti e il punteggio alla fine del terzo quarto è di 52 a 58 Virtus. Iniziano gli ultimi dieci minuti di gioco. Continuano gli attacchi biancorossi, Taylor e Baldi Rossi rimontano le V Nere e si portano a +1: 59 a 58. Time out chiamato dalla panchina bianconera. Gamble dai liberi fa 1/2 e trova il pareggio virtussino, Ricci lavora bene in area e trova l’irregolarità della difesa biancorossa. Virtus nuovamente sul +2 a 6′ dalla fine. Kyzlink trova la bomba del contro sorpasso, Candi appoggia al ferro la palla del +5 per Reggio. Pajola viene fermato con le cattive, si presenta in lunetta e non sbaglia 2/2 per il play marchigiano che scaccia lontano i cattivi pensieri. 66 a 63 quando mancano meno di 3′ alla fine. Weems segna e concretizza il gioco da tre punti che permette alla Virtus di trovare il pareggio. Pajola si libera dalla marcatura, arresto e tiro, 66 a 68 per la Segafredo a 2′ dalla fine. Ricci e Abass trovano i canestri che permettono alla Virtus di portarsi sul +4 e di agguantare la qualificazione alla Final Four. Baldi Rossi trova l’ennesima tripla della sua partita, ma Hunter, imbeccato benissimo da Pajola, prende fallo e si porta in lunetta: 1/2.  71 a 74 Virtus il punteggio a 6” dalla fine. Questa volta è il numero 6 bianconero a commettere fallo, Candi fa 1/2. Sirena, finisce 72 a 74!

La Virtus Segafredo Bologna vince e si qualifica alle Final Four di Supercoppa in programma alla Segafredo Arena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.