Eurosport Supercoppa 2020: Banco di Sardegna Sassari vs Virtus Segafredo Bologna: 76 – 88

Bologna, 18 settembre –

Banco di Sardegna Sassari vs Virtus Segafredo Bologna: 76 – 88
(Q1 24-19; Q2 42 – 40; Q3 59 – 62)

Banco di Sardegna Sassari: Spissu 17; Bilan 24; Treier NE; Pusica 5; Kruslin 2; Devecchi; Re NE; Burnell 13; Bendzius 11; Gandini 2; Gentile NE; Tillman 2.
Coach: Pozzecco

Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 11; Abass 13; Pajola 2; Alibegovic 9; Markovic 9; Ricci 5; Adams 11; Hunter 4; Weems 8; Nikolic;
Teodosic 13; Gamble 3

Coach: Djordjevic

Arbitri: Sahin, Grigioni, Quarta.

In una nuovissima Segafredo Arena adornata a festa per le grandi occasioni, va in scena la seconda semifinale di giornata. Coach Djordjevic schiera alla palla a due il quintetto formato da Makovic, Teodosic, Weems, Ricci e Gamble.

Partita subito vivace con rapidi capovolgimenti di fronte, Sassari si porta sul +4 dopo tre minuti di gioco. Weems segna e accorcia le distanze, ma Bilan trova la tripla del 11 a 6.  Assist di Gamble per Alibegovic che trova il canestro del -3. Tiro dall’arco di Teodosic, Bilan segna e punteggio che cambia nuovamente, 18 a 12, Sassari ancora avanti. Abass fa 3/3 dalla lunetta, time out chiamato dalla panchina sarda. 20 a 15 quando mancano meno di 2′ al termine della partita. Adams fa 2/2 ai liberi e proprio sulla sirena penetra nel pitturato e di forza infila il canestro del -5. Sirena e primo quarto che va in archivio con il risultato di 24 a 19 Sassari. Secondo quarto che si apre con la Virtus che parte forte, trova punti con Hunter e Abass che accorciano le distanze, portando lo scarto a -1.  Kruslin segna, Bilan pure e la panchina bianconera chiama il time out. Assist di Teodosic per Hunter che segna appoggiando al ferro, Teodosic segna il libero sul tecnico fischiato a coach Pozzecco, Spissu segna ma dice una parola di troppo ad Adams che reagisce, tecnico ad entrambi. Teodosic mette tutti d’accordo con il tiro da tre punti, 36 a 31 Banco di Sardegna. Weems si fa spazio tra i blocchi e segna, Gamble conquista il rimbalzo e fa partire il contropiede, irregolarità sul 44 virtussino, che si porta in lunetta e fa 1/2. Bendzius si infila nella difesa bianconera e trova il canestro del +5 Sassari. Weems segna, Alibegovic non è da meno e Segafredo che va sul – 2, spinta dal proprio pubblico. Sirena e squadre che rientrano negli spogliatoi sul punteggio di 42 a 40 Sassari.

Terzo quarto che ha ora inizio. Weems, Ricci e Markovic su assist di Gamble, completano la rimonta bianconera. In difesa non passa quasi più nulla, mentre in attacco Markovic trova la bomba del sorpasso Virtus, 47 a 50 per Bologna e la Segafredo Arena ora si accende. Teodosic trova un canestro impossibile prtando così i bianconeri sul +5. Bilan fa 2/2 ai liberi, Tillman segna e nell’azione successiva Coach Pozzecco viene espulso per doppio tecnico. Sassari non è ancora doma, Bilan fa ancora bottino pieno ai liberi e agguanta il pareggio, 53 a 53. Spissu trova il contro sorpasso, piazzando il tiro da tre punti dall’angolo sinistro, +3 Banco e time out chiamato dalla panchina della Segafredo. Tessitori lavora bene sotto le plance e si costruisce il canestro del -1 ed Adams completa il sorpasso trovando la tripla. Da notare il rimbalzo conquistato da Alibegovic pochi istanti prima. Pajola fa 2/2 dalla lunetta, finta e controfinta di Tessitori che trova i due punti e porta la Virtus sul punteggio di 59 a 62 Virtus. Abass segna da tre, Pajola e Alibegovic conquistano rimbalzi in difesa,la squadra funziona a meraviglia e Tessitori trova la bomba oltre l’arco del +6. Abass fa 2/2 ai liberi, Alibegovic ci mette la zampata vincente ed infila il tap-in del 62 – 74 Virtus, la Segafredo Arena esplode di gioia ed iniziano i canti sotto le mascherine. Tessitori ed Adams sono i veri mattatori di questo ultimo quarto. Markovic intercetta un pallone, passaggio per Alibegovic che schiaccia a due mani sopra il ferro, +14 Virtus e l’Arena canta per le V Nere. Sassari prova a non mollare, ma la differenza – soprattutto fisica – ora è evidente. C’è tempo giusto per un paio di notevoli assist di Teodosic e qualche storia tesa tra Gamble e Bendzius dopo un antisportivo di quest’ultimo. Sirena e semifinale che va in archivio, 76 – 88 Virtus. La  Segafredo è in finale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.